Ricetta della confettura di cedro

CONFETTURA DI CEDRO

CONFETTURA DI CEDRO

La confettura di cedro si può preparare tutto l’anno, ovviamente è imprescindibile avere a disposizione cedri sani e profumati e soprattutto non trattati. Oggi è largamente diffuso il costume di accompagnare alle confetture o al miele un bel piatto di formaggi. Quale migliore scelta della nostra confettura di cedro?  Le scorzette una volta candite saranno carnose da mordere, una tira l’altra: niente a che vedere con quelle che si trovano in commercio! Il loro retrogusto fresco ed appagante le rende perfette per una bella tavolozza rustica di campagna! Credete che facendo la confettura in casa il sapore amaro resti e che vi tocchi gettar via tutto il preparato? Tutt’altro, vi chiederete invece come avete fatto a rinunciare ad accompagnare i vostri pranzi fino adesso con questa preparazione dal sapore intenso che parla di Mediterraneo, di aria aperta, di sole: basta seguire attentamente la mia ricetta, che diventerà ricorrente nella vostra cucina!

Ingredienti per la confettura di cedro

 

1 kg. di cedri non trattati

900 g. di zucchero

1 bustina di vanillina

4 fogli di colla di pesce

 

Preparazione della confettura di cedro

 

Lavate bene i cedri e sbucciateli senza curarvi di togliere la scorza bianca che è veramente voluminosa. Tagliate le scorze a spicchi e mettetele a bagno coperte in acqua naturale non gassata in un recipiente che terrete in luogo fresco, cambiando l’acqua due volte al giorno per 3/4 giorni.

Scolatele, tagliatele a lunette sottili e mettetele quindi a cuocere in una casseruola coperte d’acqua naturale. Quando iniziano a sobbollire versate poco a poco tutto lo zucchero mescolando di continuo, e i fogli di colla di pesce che potete spezzettare direttamente nella casseruola senza prima ammollarli, avendo cura che niente si attacchi al fondo o alle pareti . Fate cuocere per almeno due ore mescolando.

Quando le scorzette si dimostreranno ben candite spegnete il fuoco e fate raffreddare bene la confettura per alcune ore perché si addensi . Infine riempitene dei vasetti ben sterilizzati e metteteli in frigo a testa in giù. Senza bollire i vasetti si conserva un mese in frigo; una volta stappato il vasetto va consumata in una settimana.

Top!

Ottima in purezza per accompagnare taglieri ed antipasti, fantastica su cheesecake e crostate!

Condividi sui social:
error: Non copiare grazie!