Ricetta della crema di patate al limone con puntarelle, capesante e pinoli

Crema di patate al limone con capesante, puntarelle e pinoli

Crema di patate al limone con capesante, puntarelle e pinoli

Puntarelle cucinate in maniera così raffinata che l’abbinamento con la crema di patate al limone,  le capesante, e i pinoli — oserei dire– è da veri Chef ! Ho imparato dai francesi ad usare il burro in alcuni piatti di pesce….(ma non diciamolo troppo in giro!), ed il lieve retrogusto amarognolo delle puntarelle con le capesante si sposa a meraviglia. Portata da servire di sera o in stagioni tiepide abbinata ad un vino prezioso. Non voglio rovinarvi la sorpresa, per cui passiamo a mettere in pratica questa ricetta!

 

Ingredienti per la crema di patate al limone con puntarelle, capesante e pinoli

 

  • 16 capesante sgusciate
  • 100 g. di burro
  • 2 cucchiai di vino bianco
  • 200 g. di puntarelle già pulite e tagliate a listerelle
  • 1/2 cucchiaino di zucchero
  • scorza di un limone
  • 100 g. di pinoli
  • pepe
  • 1 cucchiaio di olive taggiasche sott’olio
  • 400 g. di patate
  • 3 bicchieri di latte
  • 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato
  • olio extravergine d’oliva

 

 

Preparazione della crema di patate al limone con puntarelle, capesante e pinoli

 

Preparate la polvere di limone : mettete le scorze completamente private della pellicina bianca in forno a 60° per 2 ore/2 ore e mezza in modo da seccarle senza bruciarle. Macinatele nel robot da cucina e rimettete la miscela ancora in forno per un’altra mezz’ora. A questo punto la polvere è pronta e si conserva in barattoli di vetro chiusi senza pericolo che ammuffisca!

Lessate le patate con poco sale, frullatele con 2 bicchieri di latte e 40 g. di burro e incorporate alla crema la quantità di polvere di limone che preferite.

Fate fondere altri 40 g. di burro a fuoco basso e gettatevi le puntarelle . Salatele, pepate, aggiungetevi i pinoli e lo zucchero e fatele stufare con un bicchiere di latte finchè non saranno morbide, girando continuamente perché hanno la tendenza ad attaccarsi.

Infine, in altro padellino antiaderente, saltate al burro caldissimo le capesante con sale e pepe da tutti i lati senza che si disfino, spruzzandole con poco vino bianco.

Assemblate il piatto gourmet: in scodelle individuali ponete alcune cucchiaiate di crema di patate al limone, adagiatevi un mucchietto di puntarelle con pinoli e sulla cima, alcune capesante stufate.

Disponetevi artisticamente alcune olive taggiasche sott’olio col loro olio d’oliva di conservazione ben saporito.

Servite immediatamente.

 

Top!

Ci sta ottimamente un Prosecco, ma scegliete il raffinato Nobile Superiore di Cartizze !

Condividi sui social:
error: Non copiare grazie!